La WebTV della UILTuCS di Milano e Lombardia

28 Maggio 2016 - Fuori Tutti! Ancora più forte!

logo mosaicotv 2012 200Il contratto dei lavoratori della grande distribuzione non c'è.
Dopo mesi di trattative, il negoziato si è concluso senza poter sottoscrivere nessun contratto a causa delle posizioni intransigenti di Federdistribuzione, che ha reso impossibile un qualsiasi accordo per il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro.
I sindacati hanno indetto per sabato 28 maggio una giornata di mobilitazione nazionale ed oggi i lavoratori dei negozi di Milano, hanno presidiato con le loro bandiere i loro posti di lavoro.

 

 

 

 

6 Maggio 2016 - Fuori Servizio in attesa di Contratto

logo mosaicotv 2012 200Contro lo stallo negoziale e l’atteggiamento dilatorio delle associazioni datoriali di settore - Federturismo/AICA/Confindustria Alberghi, Fipe, Fiavet, Confesercenti, Federterme, Federfarma, Angem, Aci (Alleanza Cooperative Italiane), Anip-Confindustria Legacoop, Servizi, Federlavoro e Servizi Confcooperative, Agci, Unionservizi Confapi, Fnip Confcommercio – I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs e Uiltrasporti Uil hanno indetto per il 6 maggio lo sciopero intersettoriale per l’intero turno di lavoro.
La protesta nasce per rivendicare a gran voce il rinnovo dei rispettivi contratti nazionali di lavoro attraverso i quali garantire un dignitoso aumento salariale, nuove norme per la valorizzazione della professionalità e per il mantenimento dei livelli occupazionali.
A Milano Il corteo ha sfilato dalla Stazione Centrale alla sede della Regione Lombardia

 

 

 

 

19 aprile 2016 - I diritti non disturbano

logo mosaicotv 2012 200Martedì 19 aprile mattina davanti al Boscolo Hotel si è tenuto un presidio per protestare contro il comportamento di alcune aziende alberghiere e le società appaltatrici che stanno disattendendo l’applicazione della clausola sociale del contratto.
Per anni le società di outsourcing che gestiscono gli appalti negli alberghi hanno applicato la cosiddetta clausola sociale, che consente alla società che subentra negli appalti dei servizi di mantenere in organico i dipendenti già assunti della società di servizi uscente.
Attirati però dagli sgravi contributivi previsti nella legge di stabilità le aziende che subentrano negli appalti preferiscono sostituire il personale già presente in albergo con altri lavoratori offrendo loro, quando va bene, un rapporto a tempo determinato.
E così decine di lavoratori degli alberghi Boscolo, Manin, City e St. George hanno perso il lavoro o sono stati reimpiegati in contratti temporanei dando vita ad un meccanismo che rischia di creare una pericoloso effetto domino nelle strutture alberghiere.

 

 

 

 

5 febbraio 2016 - Il piatto piange... le mense in sciopero!

logo mosaicotv 2012 200Da 32 mesi le aziende della ristorazione collettiva aderenti ad ANGEM (Dussmann-Gemeaz Elior- Compass- Sodexo ecc) e ACI (Cir, Camst ecc) si rifiutano di rinnovare il contratto nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori del settore.
Si tratta delle lavoratrici e dei lavoratori che ogni giorno nelle aziende, negli ospedali nelle scuole cucinano e servono i pasti a lavoratori, ammalati e studenti delle scuole di ogni ordine e grado.
Sono dipendenti in gran parte part-time i cui orari settimanali sono tra le 15 e 20 ore.
ANGEM e ACI vorrebbero modificare le regole del cambio appalto in modo da poter ridurre le ore delle lavoratrici, i loro livelli e i loro diritti.
Per questo il 5 febbraio è stato indetto da Filcams-Fisascat e Uiltucs lo sciopero nazionale e a Milano si è tenuta la manifestazione con corteo