giovanni foto 200 2019 trasp

Quirinale: ora e sempre, Costituzione

Da lunedì 24 gennaio, ogni giorno è buono per avere il nuovo Presidente della Repubblica.
Coincidenza vuole che si voti nella settimana che include il giorno della memoria.
A maggior ragione è bene ricordare che l’Italia ha bisogno di un Capo dello Stato in possesso di requisiti che garantiscano il pieno rispetto e la lealtà verso la Costituzione.
Quella che l’indimenticato Presidente Carlo Azeglio Ciampi definiva la Bibbia laica.
Un testo  con valore pedagogico, politico e culturale ispirato da una tragedia storica  che costituisce il significato autentico e insuperabile della memoria che si irradia nel tempo per generare un futuro di pace e di benessere.
Uomo o donna che sia, questo è, deve essere, il criterio di preselezione dei candidati alla massima carica dello Stato italiano.
Questo è il moderno patriottismo che unisce e unifica all’insegna dei diritti fondamentali della persona, non quello ingannevole che mette contro le persone e i popoli attraverso l’odio fomentato dal dividi et impera.
Solo una minima parte dei nomi che circolano hanno un curriculum adeguato a tale incarico.
Non si tratta di pregiudizi o preferenze verso questo o quel nome, bensì di affermare la non indifferenza rispetto ai valori fondanti della nostra convivenza.
Dimostrabile dalla storia personale dei “papabili” come realistica garanzia nella funzione, durante il settennato di Presidenza della Repubblica.

Leggi tutto...

Dalle Aziende

Dai Contratti