giovanni foto 200 2019 trasp

Non esiste la libertà di fare del male agli altri

Se oggi il Coronavirus fa meno paura di prima è solo perché la campagna di vaccinazione ha sviluppato i suoi benefici effetti su una parte della popolazione, che giorno dopo giorno aumenta.
Sul fatto che i vaccini prodotti in tempo record, grazie alla scienza, alla tecnologia e alla collaborazione (anche se non del tutto virtuosa) tra pubblico e privato, abbiano avuto un effetto liberante, non ci sono dubbi.
Anzi, il come e il perché siano stati raggiunti ottimi risultati così velocemente, come la sola logica del mercato e della concorrenza renderebbe impossibile, dovrebbe costituire motivo di riflessione rispetto ai modelli di sviluppo sostenibili di cui c’è bisogno, salvaguardando il bene prezioso della libertà.
La quale tutto è tranne che banale riduzione all’individualismo egoistico, come vediamo nella vita di tutti i giorni.
Cosa vuol dire per gli altri costruire abusivamente, inquinare l’aria e le acque, frodare il fisco e non pagare i contributi sociali a favore dei lavoratori?
Questa non è libertà. È violazione dei diritti personali, sociali e civili di altre persone, è illegalità, tradimento della Costituzione.

Leggi tutto...

Dalle Aziende

Dai Contratti