Vittoria della UILTUCS in difesa di una lavoratrice madre

causa di lavoroSentenza del Tribunale di Milano n. 390/2017

La lavoratrice, con contratto part time, è addetta alle vendite in un negozio di telefonia; l’azienda ne possiede due nell’hinterland.
Al rientro dalla maternità l’azienda le propone un cambiamento della sede di lavoro con alternanza tra i due negozi ed una modifica dell’orario di lavoro fino ad allora effettuato.
La lavoratrice rifiuta di aderire a queste proposte e non manifesta interesse per una successiva offerta di incentivo all’esodo di 4 mensilità.
Poco dopo il compimento del primo anno di età del bambino, la lavoratrice viene licenziata per giustificato motivo oggettivo.
La UILTUCS ha impugnato con la lavoratrice il licenziamento e fornito assistenza legale per il ricorso al Giudice del lavoro che ha condotto alla reintegra della lavoratrice nel posto di lavoro, riconoscendo il risarcimento del danno patrimoniale, dichiarando nullo il licenziamento e condannando l’azienda alle spese di giudizio.

Congedo obbligatorio per i padri e contributo servizi all’infanzia: le novità del decreto.

famiglia2Diventa operativa la fruizione del congedo di paternità obbligatorio e più vicina la possibilità delle lavoratrici madri di fruire di un voucher per i servizi di asili nido e baby sitter del valore di € 300 mensili e per un totale di € 20.000.000 per gli anni 2013, 2014, 2015, ciascuno.
Il 22 dicembre 2012 è stato emanato un importante provvedimento  con il quale si da attuazione a quanto previsto dalla “legge Fornero” (l. 92/2012) in materia di congedi parentali.
Il lavoratore padre, pertanto, potrà usufruire di un giorno di congedo “obbligatorio”, retribuito dall’Inps al 100%, durante il periodo di congedo di maternità (generalmente due mesi prima e tre  mesi dopo il parto) della madre, in aggiunta ad esso, e comunque entro i 5 mesi di età del bambino.

Seminario UILTuCS Lombardia su riforma MDL (riforma Fornero)

Il 19 ottobre 2012 si è tenuto il seminario sulla riforma del Mercato del Lavoro operata attraverso la legge 92/2012. La UILTuCS Lombardia mette a disposizioneper la consultazione il materiale utilizzato durante il seminario. Naturalmente tutta la documentazione è aggiornata alla data dell'incontro!

Buona lettura

 

Relazione introduttiva di Massimo Aveni, Segretario Generale UILTuCS Lombardia

Flessibilità in entrata a cura di Michele Tamburrelli, Segretario Generale Aggiunto UILTuCS Lombardia

I Licenziamenti individuali a cura di Fulvia Manzini, Responsabile Uffici Vertenze UILTuCS Lombardia

Gli ammortizzatori sociali e fondi bilaterali a cura di Gabriele Fiorino, Segreteria UILTuCS Nazionale

Pillole di riforma: la riforma Fornero in comode schede

la legge 92/2012 conosciuta anche come "riforma Fornero" è un testo normativo di 4 articoli ma assai complesso e strutturato. Pillole di riforma vuole mettere a disposizione alcune schede di approfondimento sulle tematiche oggetto di modifica della legge. Buona lettura

 

le flessibilità in entrata

il contratto di associazione in partecipazione

i tirocini

 

la flessibilità in uscita

 

varie