Senza Contratto: Sciopero Nazionale dei dipendenti della ristorazione collettiva

Dopo la presentazione delle piattaforme contrattuali di Filcams, Fisascat e UILTuCS, alla già difficile trattativa con i rappresentanti delle controparti (Federalberghi, Fiavet e Faita) si è aggiunta la pretestuosa richiesta dell'agosto 2012 di Fipe, Angem e dei suoi associati di applicare un protocollo sui cambi di gestione alquanto sfavorevole per i lavoratori del settore e, successivamente, per la fuoriuscita della stessa Angem dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi del novembre 2012, anche la disapplicazione del CCNL Turismo con applicazione di un nuovo contratto "CCNL settore della ristorazione collettiva organizzata e multiservizi" Le organizzazioni sindacali hanno indetto uno sciopero dei dipendenti della ristorazione collettiva aziendale con una delle manifestazioni a Milano in Piazza San Babila

 

2013... é il primo maggio... ed è sempre più dura...

Il primo maggio, in questo 2013 di profonda crisi occupazionale, si interroga sulle vie d'uscita e sulle priorità per poter ricreare un futuro di speranza per chi è oggi nel mercato del lavoro, in una condizione di sofferenza, e per chi lo sarà domani...In un momento in cui la scena politica è una jungla di incognite e di incertezze, il sindacato deve ritrovare almeno la strada dell'unità per far valere con più forza possibile le ragioni del lavoro. La risorsa più importante del paese.

 

 

 

25 aprile 2013: tra Liberazione e liberalizzazioni

La festa della Liberazione dal nazifascismo, si celebra quest'anno in un clima di incertezza politica. A distanza di due mesi dalle elezioni non si è ancora formato un governo del paese ed il maggiore partito del centrosinistra affronta uno dei suoi momenti più difficili. I valori della LIberazione diventano quindi ancora più importanti per sostenere il tessuto della vita democratica del nostro paese in questo momento difficile. Ma ai lavoratori degli esercizi commerciali viene chiesto di lasciare da parte i valori e di aprire i negozi anche in questa giornata.

 

 

22 aprile 2013: Le farmacie speciali in piazza per il loro contratto

Dopo 28 mesi di attesa le lavoratrici ed i lavoratori delle Farmacie Speciali scioperano e scendono in piazza per la difesa della propria dignità e come risposta alla richiesta di Assofarm di riscrivere un contratto collettivo nazionale peggiorativo del precedente.