Licenziamenti Autogrill: prosegue la trattativa. Le persone di Corsico

La procedura di mobilità per la chiusura di due locali Autogrill a Milano, Corso Europa (a due passi dal Duomo) e a Corsico, Viale dell'Industria, prosegue producendo soluzioni che, pur alternative al licenziamento, mettono in seria difficoltà la situazione lavorativa di alcuni dei dipendenti.
Consistenti riduzioni di orario (da fulltime a 24 ore settimanali), rinunce agli attuali inquadramenti e trasferimenti in unità produttive lontane, significano per alcuni dipendenti una condizione di sopravvivenza al limite della sopportabilità.
L'angoscia della perdita del posto di lavoro si alterna alla prospettiva di un futuro dal reddito dimezzato e da un drastico mutamento delle condizioni di lavoro.
Abbiamo voluto ascoltare i diretti interessati di questa vicenda...

13 gennaio 2014 - Jobs Act: questo sconosciuto...

Da un mese circa Renzi annuncia la preparazione di una proposta di legge che dovrebbe riformare il lavoro, introducendo alcune novità tra cui: la semplificazione delle norme, la riduzione delle varie forme contrattuali, un contratto di inserimento a tempo indeterminato a tutele crescenti, un assegno universale per chi perde il posto di lavoro.
L'Italia si ritrova quindi alle soglie di una ennesima riforma del lavoro, ma la gente? cosa ne sa? il dibattito che sta per aprirsi, in che misura è compreso da chi dovrà fare i conti con gli effetti di un nuovo eventuale rimaneggiamento delle regole del diritto del lavoro?
MosaicoTv ha cominciato a chiederlo in giro...

 

23 dicembre 2013 - Presidio in Lombardia per gli ammortizzatori in deroga

Il vuoto temporaneo determinato dall'accentramento nazionale della definizione dei criteri per la concessione degli ammortizzatori sociali in deroga, rischia di lasciare migliaia di lavoratori senza copertura dal 1 gennaio 2014.
A livello regionale si sono attivate trattative per garantire per i primi mesi i redditi con proroghe degli esistenti accordi regionali...
In Lombardia è stato un po' più difficoltoso perchè le associazioni imprenditoriali lombarde...

13 dicembre 2013, Non vogliamo mica la luna: le lavoratrici di Milano Ristorazione in piazza

"Milano Ristorazione" non fa rispettare, alle aziende a cui appalta i servizi scolastici, gli impegni che le stesse hanno sottoscritto nell'aggiudicarsi l'appalto della gestione dei servizi di refezione, pulizia, accoglienza e ausiliariato delle scuole di Milano.

Queste aziende non rispettano i Contratti Nazionali: 357 lavoratrici su 1600 sono assunte con orario settimanale al di sotto dei limiti minimi consentiti.
Le lavoratrici hanno organizzato un presidio davanti a Palazzo Marino, per richiamare l'attenzione del Sindaco Giuliano Pisapia verso questa mancanza di rispetto delle regole, che avviene proprio sotto i suoi occhi (Milano Ristorazione è proprietà, per il 99%, del Comune)