Rinnovato il Contratto regionale delle imprese artigiane di acconciatura-estetica.

forbici-e-pettine-schizzoIl 16 dicembre 2013 è stata firmata l’ipotesi di accordo per il rinnovo del C.C.R.I. per i dipendenti delle imprese artigiane di acconciatura-estetica. Le “linee guida” per la contrattazione regionale di categoria, firmate dalle associazioni degli artigiani e da CGIL CISL UIL il 15.2.2012 hanno delineato il quadro entro il quale sono stati realizzati i CCRI dei diversi settori del comparto dell’artigianato, e tra questi anche quello del settore acconciatura-estetica di cui si occupa la UILTuCS.

Il contratto regionale stabilisce le modalità di utilizzo della Banca ore istituita dal CCNL, incrementa il numero di ore e la maggiorazione retributiva delle ore gestibili in regime di flessibilit. Prolunga fino a 120 giorni la possibilità di affiancamento in caso di assunzione a termine per sostituzione di lavoratori assenti con diritto alla conservazione del posto.

 

Viene istituito un premio di produttività per gli anni 2013 e 2014 da corrispondersi in giugno 2014 e giugno 2015 al raggiungimento dei parametri concordati. Si tratta di 150 euro complessivi per il 2013 e di 200 euro complessivi per il 2014.

 

Si prevede inoltre che le imprese versino con decorrenza luglio 2014 per tutti i settori dell’artigianato 5 euro al mese per ogni dipendente per finanziare interventi di welfare integrativo, con l’obiettivo di rendere operativo il Fondo Welfare integrativo da gennaio 2015.

Scarica il Contratto regionale Acconciatura-Estetica

 


Stampa   Email