Federdistribuzione continua a negare il Contratto Nazionale a migliaia di dipendenti

vogliamo il contrattoI dipendenti da aziende associate a Confcommercio guadagnano di più dei dipendenti delle aziende associate a Federdistribuzione pur facendo lo stesso lavoro ed essendo inquadrati allo stesso livello.

Questo succede ormai da più di due anni ma Federdistribuzione continua imperterrita a non applicare il Contratto già firmato nel 2015  per il settore commerciale.

Questa è la modernità delle imprese associate a Federdistribuzione.

FILCAMS, FISASCAT e UILTuCS di Milano, con un comunicato unitario denunciano la vergognosa situazione.

Leggi il comunicato

 

 

Federdistribuzione e rinnovi contrattuali, proprio non ci siamo!

 

Di sicuro il contesto economico di difficoltà nel quale ci troviamo da alcuni anni e da cui stiamo cercando faticosamente di uscire non è il migliore per rinnovare i contratti nazionali ed i negoziati che si stanno sviluppando a riguardo nella nostra categoria rappresentano un esempio significativo. La crisi di rappresentanza, il fronte scomposto e disarticolato delle nostre principali controparti imprenditoriali accentua un disagio ormai diffuso tra gli attori protagonisti del confronto i cui effetti negativi si riversano purtroppo pesantemente sulle lavoratrici e sui lavoratori cui le OO.SS. si rivolgono.

Federdistribuzione, ancora proposte contraddittorie

 cassa supermarketScarica il comunicato della UILTuCS Nazionale

Si è svolto ieri 19 marzo a Roma l'incontro con Federdistribuzione per il rinnovo del Ccnl del Terziario nel quale sono stati ulteriormente affrontati i temi della bilateralità.

E' stata confermata l'intenzione di prevedere un'unica entità giuridica a livello nazionale con sedi regionali o di bacino sul territorio al fine di contenere i costi delle strutture decentrate. E' stata ribadita inoltre la volontà di accantonare le quote a carico dei datori di lavoro e dei lavoratori per far partire da basi solide la futura bilateralità. Sul punto le OO.SS hanno confermato la loro contrarietà.

Confcommercio, si cominciano a scoprire le carte

carte da giocoScarica il comunicato della UILTuCS Nazionale

Nell'incontro che si è tenuto il 12 febbraio a Roma per il rinnovo del Ccnl Terziario si sono affrontati, tra gli altri, i temi che riguardano l'organizzazione del lavoro ed in particolare l'orario di lavoro. Confcommercio ha manifestato un crescente disinteresse per la disciplina contrattuale vigente in tema di orario, anche in funzione di esigenze organizzative che si sono nel tempo modificate e per l'evoluzione legislativa in materia (d.lgs 66/2003).