UILTuCS Sondrio lancia l’azionariato dei Lavoratori in Iperal S.p.A.

davolpedoNella serata del 2 aprile u.s. i lavoratori del gruppo Iperal S.p.A. aderenti alla UILTuCS e simpatizzanti hanno affrontato, oltre agli adempimenti statuari delle assemblee precongressuali, la situazione generale aziendale anche a seguito della rottura delle trattative di rinnovo del C.I.A. da parte di Iperal S.p.a..
Nel corso dell’assemblea sono state approfondite le ipotesi futuribili, per la provincia di Sondrio, a seguito delle libertà normative prossime in tema di apprendistato e tempo determinato messe in relazione con il modello di gestione aziendale prevaricante ed in presenza di diversi casi di contenzioso individuale, in itinere, anche con riferimento alla Legge Fornero.

Particolare preoccupazione desta la distribuzione del costo del personale in relazione ai p.d.v. che, a nostro avviso, non trova coerenza con la certosina capacità aziendale di perseguire la redditività se non in ragione di future azioni atte a ridurre in via permanente tali costi.

Posizioni radicalmente opposte, in una provincia piccola come la nostra, divengono ancora più accentuate anche fuori dell’ambito lavorativo e, ad ogni qual modo, sono ritenute oltre che superate anche esiziali.
Iperal S.p.a. è un’azienda sana, ben capitalizzata con concrete prospettive di sviluppo ed il personale dipendete è stato un elemento cruciale in questo processo di sviluppo e intende superare incomprensioni e conflitti per avviare una nuova stagione di reciproca responsabilizzazione e partecipazione approvando la proposta di azionariato dei lavoratori all’unanimità.
Le segreterie territoriali UILTuCS di Brescia, Bergamo, Lecco e Sondrio di concerto intendono proseguire nelle consultazioni dei propri iscritti e simpatizzanti al fine di proporre la compartecipazione dei lavoratori all’impresa come svolta nelle relazioni sindacali ritenendo la stessa un percorso serio,  necessario e compatibile con altri strumenti utili alla competitività. 

 

 


Stampa   Email