giovanni foto 200 2019 trasp

25 Aprile: né indifferenti, né equidistanti

Sono passati 74 anni dalla Liberazione dell’Italia dal regime fascista e dall’occupazione nazista, ma il tempo non attenua l’importanza della sua celebrazione, tutt’altro che rituale.
Il fatto che tanti giovani scoprano l’importanza dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e partecipino ai viaggi della memoria promossi da CGIL CISL UIL, aiuta a capire quanto sia importante custodire, rendere viva e feconda la lezione derivante dalla tragedia generata dal fascismo e dal nazismo.
Regimi dittatoriali violenti che purtroppo si affermarono anche grazie al favore di una parte consistente del popolo italiano e tedesco e all’indifferenza di un’altra parte altrettanto consistente, oltre che all’irresponsabilità di chi li finanziò e li lasciò fare quando era possibile stopparli.
Riflessione che ci riporta al presente e ai movimenti basati su reazioni emotive e irrazionali che, da sempre, costituiscono la premessa delle degenerazioni politiche che spianano la strada ai personaggi più spregiudicati e “malati” di protagonismo.

Leggi tutto...

Dalle Aziende

Dai Contratti